Ohana Esplora

Cos’è Ohana Esplora?

La realtà di Ohana lavora per aree

Ciascuna area ha dei compiti specifici ed un perimetro di interesse. Ohana Esplora è il settore in cui avvengono le osservazioni e le valutazioni cliniche, logopediche, psicologiche e quindi terapeutiche. Si tratta di servizi che Ohana non eroga direttamente in quanto prestazioni di professionisti terzi.

Quali sono gli obiettivi di Ohana Esplora?

Tutti i progetti di Ohana Esplora analizzano e monitorano gli apprendimenti ed il funzionamento intellettivo dei singoli casi, allo scopo di individuare le migliori strategie per guidare il bambino, la bambina o l’adolescente nel suo personale apprendimento.

Chi si occupa di valutazioni, diagnosi e terapie?

Ohana Esplora si avvale dell’esperienza di professionisti esterni, ovvero di figure del settore medico-sanitario. L’expertise di figure cliniche è indispensabile per la realizzazione e la messa in atto di strategie funzionali allo stile di apprendimento di ciascuno.

Con quali figure medico-sanitarie collabora Ohana?

La nostra cooperativa collabora con logopedisti, specializzati nel trattamento delle anomalie del linguaggio e in problemi fonatori o articolatori; con psicologi e psicoterapeuti che guardano ai disagi o ai disturbi transitori della psiche in un’ottica dinamica e globale. Inoltre, Ohana si avvale del supporto di ortottisti, figure sanitarie del settore oftalmologico, che prevengono o curano i disturbi della visione binoculare – così frequenti in età scolare o evolutiva.

Quali sono i vantaggi di questo approccio multidisciplinare?

Poter contare su un équipe multidisciplinare, composta da professionisti di vari settori e da clinici con esperienza nel campo sanitario ha numerosi vantaggi. Dato che il modello classificatorio attuale del funzionamento della disabilità e della salute, l’ICF, si basa su una visione globale della persona, anche noi di Ohana abbiamo adottato un’ottica dinamica e funzionale. Guardiamo alla persona come ad un sistema complesso, frutto e specchio di condizioni emotive, quindi psico-affettive, culturali, socio-economiche. Sappiamo poi che il funzionamento della persona e delle sue strutture corporee ha bisogno di una prospettiva medica e strettamente scientifica. Integrare questi piani ci offre il modo di intervenire su uno spazio ampio, dove l’unione anima-corpo assume il senso più pieno possibile.