Ohana a passi speciali

Cos’è Ohana a Passi Speciali?

È un progetto che avevamo a cuore da tempo. Noi di Ohana abbiamo sempre sentito il desiderio di aprirci a punti di vista nuovi, a prospettive insolite. Sappiamo che c’è del genio nel capovolgere lo sguardo e nell’affidarsi a nuove coordinate di riferimento che facciano apparire la realtà come qualcosa di non precostituito… ma ancora da esplorare!

Per questo, abbiamo immaginato uno spazio per concretizzare la piena inclusione per chiunque abbia dei bisogni educativi speciali!

Noi amiamo la varietà umana!

Forse siamo dei sognatori e delle sognatrici, è vero. Ma questo non ci dispiace! Anzi, crediamo fortemente che ogni persona sia un po’ lo specchio di ciò che noi stessi siamo. Secondo noi, tutti sono unici ed essenziali. Ci hai mai pensato? Nel mondo siamo miliardi e miliardi di pezzi unici, irripetibili!

Ecco il nostro doposcuola “a passi speciali”!

Questo nuovo progetto ha come scopo la realizzazione della piena inclusione. Vuole quindi permettere agli adolescenti di vivere un’esperienza educativa e formativa insieme ai ragazzi speciali. Nell’ambiente di Ohana, cioè nel nostro spazio di lavoro e di educazione, niente è fermo. Tutto è dinamico, modellabile, plasmato sui bisogni delle persone che interagiscono. La relazione è formata da almeno due individui che si pongono in apertura gli uni verso gli altri. Per questo, ogni scambio è prezioso ed ogni esperienza è unica. Se caliamo questo discorso nella relazione con persone che hanno bisogni educativi speciali, ci rendiamo conto del valore aggiunto che il nostro team rappresenta.

Una squadra multidisciplinare

La cooperazione sinergica è il nostro asso nella manica. Ciò che sfugge a una persona, può sfuggire a due persone, ma non a dieci! Sulla base di questo concetto, Ohana lavora come una vera e propria squadra che mette in campo i suoi saperi, le sue conoscenze e le sue competenze trasversali per osservare e supervisionare.

Ohana si avvale di professionisti esterni

Ohana collabora con delle preziose figure medico-sanitarie che sostengono, dal punto di vista clinico, logopedico e psicologico, gli interventi educativi e didattici dei tutor. Ciascuno nel suo mestiere, secondo la propria personale formazione, contribuisce ad arricchire di senso lo spazio educativo, fornendo chiavi di lettura che solo la varietà delle esperienze dell’umano può in fin dei conti garantire.